explicitClick to confirm you are 18+

La battaglia per il futuro dell’America è entrata nel vivo. Gli esponenti del deep state si rendono conto che il loro candidato non può assolutamente vincere le elezioni presidenziali di novembre e cercano di correre ai ripari attraverso l’incremento e la manipolazione del voto postale... - LA PRESIDENZA TRUMP, Q E "IL GRANDE RISVEGLIO". UN'INTRODUZIONE ECONOMICO-POLITICA CONTRO LA CENSURA. PARTE QUATTORDICESIMA / 2 - Aggiornamento del 12 settembre 2020

www.qanon.itSep 12, 2020, 11:05:46 AM
thumb_up6thumb_down


WWW.QANON.IT



La battaglia per il futuro dell’America è entrata nel vivo. Gli esponenti del deep state si rendono conto che il loro candidato non può assolutamente vincere le elezioni presidenziali di novembre e cercano di correre ai ripari attraverso l’incremento e la manipolazione del voto postale. Per questo motivo, funzionari controllati dai democratici tenteranno di creare ritardi nel conteggio delle schede arrivate via posta, mentre Twitter e Facebook hanno già annunciato che censureranno chiunque osasse parlare di vincitori prima dei risultati definitivi. Per lo stesso motivo, il Partito Democratico sta preparando innumerevoli battaglie legali e i gruppi paramilitari legati ai democratici stanno organizzando gravi disordini da far scattare il giorno dopo le elezioni. Come in una partita a scacchi, i militari hanno approntato le contromisure per contrastare ogni possibile mossa del deep state. Nel frattempo, si moltiplicano le campagne diffamatorie nei confronti di Trump, attraverso libri-scandalo scritti, con perfetto tempismo, da ex appartenenti all’amministrazione o, addirittura, da parenti rancorosi e attraverso articoli al vetriolo che compaiono sulla stampa e vengono amplificati dalla tv [454]. In genere, questi tentativi perdono forza nel giro di brevissimo tempo, a causa del crollo della fiducia della popolazione americana nei confronti dei media mainstream e dell’azione incessante di migliaia e migliaia di debunkers (demistificatori) pro-Trump sui social media. L’attacco più importante degli ultimi tempi è stato condotto dall’Atlantic, che ha riportato presunte dichiarazioni di Trump riferite da una “fonte anonima”, secondo la quale il presidente americano avrebbe definito i soldati americani caduti in battaglia come dei perdenti e degli idioti [455]. La circostanza è stata decisamente smentita dai presenti, compresi il generale Kelly e l’ex consigliere per la Sicurezza Nazionale John Bolton, entrambi divenuti nemici giurati di Trump, il che ci fa riflettere sulla possibilità che diversi esponenti dell’opposizione al presidente USA siano in realtà soltanto degli “attori” che agiscono per conto della componente sovranista con lo scopo di far sovrastimare al nemico le proprie forze, secondo i sempre validi dettami del trattato “L’arte della guerra”, scritto più di venticinque secoli fa dal generale cinese Sun Tzu. Questa evenienza combacerebbe con diverse affermazioni di Q (del tipo “Godetevi lo show” e “Un buono show necessita di bravi attori”), che in taluni casi sono state ripetute diverse volte nel tempo. Lo scopo dell’articolo dell’Atlantic, sul quale il direttore ha già dovuto fare una parziale marcia indietro, aveva il preciso intento di spaccare l’esercito: i democratici sono ben consapevoli che le loro manovre intorno alla presidenza non potranno mai concretizzarsi senza l’appoggio di almeno una parte consistente dei militari (che, probabilmente, non verrà mai).

Il 7 settembre, in una conferenza tenuta durante il Labour Day, Trump ha spiegato come molti alti funzionari del Pentagono siano contro di lui a causa della sua politica di decisa riduzione dei conflitti armati, che sta danneggiando l’industria bellica e, di riflesso, le sue laute elargizioni a beneficio di molti generali ai vertici dell’apparato militare [456], [457], [458]. Per ribadire e rinforzare il concetto, il presidente americano ha ritwittato il famosissimo discorso di addio di Eisenhower, in cui l’allora presidente ammoniva sulla preponderanza del complesso militar-industriale nella politica americana e sui relativi rischi per la democrazia [459]. Trump ha anche aggiunto che, grazie alle sue politiche, ha però conquistato i soldati, oltre, aggiungiamo noi, a quella catena di funzionari che gli ha consentito il controllo pressoché totale delle forze armate, la protezione della sua presidenza, del suo entourage, della sua famiglia e della sua stessa persona nelle condizioni più difficili che sia dato immaginare.

Dopo aver visto i sondaggi, completamente avversi, la stampa americana e i democratici hanno iniziato a prendere, a parole, le distanze dalle violenze dei gruppi Antifa e Black Lives Matter (che prima cercavano di far passare come proteste pacifiche), cercando di addossarne la responsabilità politica e morale a Trump. Le violenze hanno fatto un salto di qualità: a Portland hanno esordito gli "squadroni della morte". Un gruppo di almeno cinque persone ha individuato un sostenitore di Trump, lo ha ucciso e si è dato alla fuga nel giro di quattordici secondi con una tecnica di tipo militare. Intanto, dai documenti ufficiali resi noti ultimamente, sembra che George Floyd (la cui morte è stata il pretesto per cominciare le violenze) sia deceduto per un’overdose di fentanyl [460]: la sua crisi respiratoria, come sembra emergere anche dalle registrazioni audio, sarebbe cominciata prima di essere steso a terra dai poliziotti.

Q, soprattutto con Q#4635, ci mette sulla strada del confronto tra le tattiche naziste e quelle dei democratici, facendo il parallelo tra le SA (le “camicie brune”) e gli AntifaBlack Lives Matter: sono punti comuni gli assalti agli oppositori politici, l’intimidazione di chi vota (cosa che, dice Q, avverrà il 3 novembre), la copertura delle violenze da parte dei politici amici, la piattaforma che riecheggia il socialismo, l’uso dell’apparato propagandistico, l’utilizzo delle difficoltà economiche per accelerare il reclutamento (il riferimento è alle politiche di lock down, ancora imposte alla popolazione, in alcune zone d’America, proprio da governatori e sindaci democratici). Anche il taglio dei fondi alle forze di polizia e il loro smantellamento in talune zone ricalca una precisa tattica dei nazisti (Q#4650, Q#4654). Q dice anche, come già aveva fatto in passato, che il partito nazista non è mai stato del tutto eradicato (si veda il background di Soros): sostanzialmente allude al fatto che il perseguimento del Nuovo Ordine Mondiale altro non è che il tentativo di prosecuzione delle politiche naziste in una forma leggermente mutata (vedi Q#936). Il parallelo ha colto talmente nel segno che la stampa, dopo il post 4635, ha immediatamente iniziato a pubblicare articoli che paragonano il movimento di Q ai nazisti (Q#4653).

Q afferma (portando le prove) che i numerosi incendi che stanno divampando in California e Oregon sono atti di terrorismo interno perpetrati dagli Antifa con lo scopo di creare il caos (Q#4666, Q#4667, Q#4668, Q#4676, Q#4677, Q#4678, Q#4679), ma anche di far arrivare finanziamenti federali a pioggia agli Stati che ne sono stati esclusi a causa delle loro politiche nei confronti dell'immigrazione clandestina (Q#4639).

Sempre Q ha informato gli appartenenti al movimento che Facebook e Twitter stanno per utilizzare (tempo 2-4 giorni a partire dall’11 settembre) una sofisticata tecnologia di derivazione militare per rilevare e censurare i meme di internet (immagini con scritte di contenuto politico dal forte impatto comunicativo, prima difficilmente censurabili). Lo stesso Q ha fornito dettagli sulla tecnologia e informazioni su come aggirarla efficacemente (Q#4658, Q#4659, Q#4660, Q#4661, Q#4662, Q#4663).

Il sito qmap.pub non è più attivo perché l'autore del sito è stato individuato e minacciato [460A]: i post di Q si possono leggere, oltre che sulla piattaforma 8kun, su qanon.pub, su qposts.online e sull'app Qalert, da scaricare al di fuori di Google Play (LINK), in quanto "bandita" da Google. L'app Qmap, così come il sito, risulta non funzionante.

Dall’entourage di Biden iniziano a filtrare voci sul suo declino mentale [461]: è toccato a una sua ex stenografa aprire le danze. Si prepara il preannunciato (da Q, ma anche da diversi esponenti del movimento) cambio di candidato in corsa, operazione che, con un’espressione che in lingua originale suona un po’ comica, viene chiamata dagli oppositori “the old switcheroo” (il vecchio ribaltone).

Il Dipartimento di Giustizia americano si prepara a emettere accuse di monopolio nei confronti di Google già nelle prossime settimane [462]. L’inchiesta Durham sullo Spygate/Obamagate prosegue a fari spenti.

Jacques Attali, consigliere di tutti i presidenti francesi da Mitterand in poi, in un’intervista del 2009 ha dichiarato che laddove non stava riuscendo la crisi finanziaria poteva riuscire una piccola pandemia, non molto letale, che avrebbe aiutato l’instaurazione del Nuovo Ordine Mondiale (governo mondiale, polizia mondiale, politiche sanitarie mondiali, moneta unica mondiale) [463], [464]. Queste dichiarazioni, unite al business dei vaccini e alla concomitanza delle elezioni americane, ci danno perfettamente il senso dell’attuale pandemia. La borghesia finanziaria, essendo stata apertamente sfidata da una forza soverchiante, ha dovuto accelerare i propri piani. Da non sottovalutare anche il vantaggio temporaneo che l’economia cinese, centrale per i piani della Cabala e sottoposta all’attacco dei sovranisti, ha ricevuto dalle politiche di lock down implementate nelle economie concorrenti (a Wuhan il lock down è durato 76 giorni, nel resto della Cina appena una quindicina).

Il CDC americano ha dichiarato che i morti di COVID-19 negli USA, escludendo gli individui con comorbidità gravi, sono stati circa 9200 (il 6% dei morti totali positivi al coronavirus), la maggior parte dei quali anziani, molti di essi probabilmente oggetto di errori medici marchiani.

Il dottor Anthony Fauci, esperto e famoso virologo, corrotto dal deep state ma che probabilmente ora è una pedina che i militari usano in maniera conforme al piano sovranista, ha affermato che gli asintomatici positivi al coronavirus difficilmente sono contagiosi, come in effetti confermato dai dati scientifici. Lo stesso Fauci ha pubblicamente smentito Bob Woodward, il giornalista del caso Watergate, quando questi ha dichiarato che Trump, all’inizio della pandemia, ha volutamente sminuito il rischio derivante dal coronavirus.

Il 4 settembre Donald Trump ha parlato di farmaci, pronti per l’approvazione da parte della FDA, che abbattono il tasso di mortalità del COVID-19 del 50-85% [465]. È probabile che stia preparando il terreno per l’utilizzo universale dell’idrossiclorochina.

Il caso della Svezia, dove non è stato imposto nessun lock down e non vige nessun obbligo di indossare la mascherina e dove è stata raggiunta, con tutta evidenza, l’immunità di gregge, dimostra, con un numero di morti per milione di abitanti analogo a quello dell’Italia (anzi, leggermente inferiore), l’inutilità della dittatura sanitaria anche dal punto di vista epidemiologico.

Uno studio scientifico pubblicato su The Lancet afferma che il vaccino russo contro il COVID-19 (lo “Sputnik V”) è efficace al 100%: in tutti i 76 soggetti in cui è stato iniettato è avvenuta la produzione di anticorpi specifici [466].

Sempre sul fronte COVID-19, la bufala italiana dell’aumento dei pazienti in terapia intensiva a causa del coronavirus è stata smentita da Alberto Zangrillo, primario del San Raffaele di Milano, con l’autorizzazione (!) del Ministero della Salute: i nuovi pazienti in terapia intensiva per COVID-19 sono, per la grande maggioranza, pazienti finiti in terapia intensiva per altre patologie e nel frattempo risultati positivi al coronavirus [467].

Si moltiplicano, in Europa, le manifestazioni contro le politiche restrittive dei governi in materia sanitaria (Londra, Parigi, Berlino), anche se vengono sistematicamente censurate dalla stampa. A Roma, il 5 settembre, si è svolta un’analoga iniziativa, alla quale ha partecipato qualche migliaio di persone, in un clima di demonizzazione da parte della stampa e della politica che non ha precedenti: si è voluta attribuire all’evento una paternità (inesistente) da parte dell’estrema destra laddove i manifestanti e gli oratori accusavano apertamente il governo di essere fascista (o addirittura nazista) e criminale e le opposizioni di essere colluse. L’idolo della piazza, inutile dirlo, era Donald Trump.

È possibile che in Italia i globalisti stiano tentando una manovra per sostituire Conte con Mario Draghi [468].

Il Regno Unito prosegue verso la Brexit: Boris Johnson ha stabilito una deadline per i negoziati al 15 ottobre, dopo di che il paese uscirà dall’Unione Europea con un “no deal”.

Il 31 agosto è stato inaugurato il primo volo diretto tra Emirati Arabi e Israele [469]: per l’occasione l’Arabia Saudita ha aperto il proprio spazio aereo ai voli israeliani [470]. Con ogni probabilità verrà revocato il boicottaggio economico da parte degli E.A.U. contro Israele. Di fronte all’accordo di pace tra Israele ed Emirati Arabi, anche il corrotto e globalista baraccone del Premio Nobel ha dovuto, per non perdere la faccia, nominare Trump al Nobel per la Pace per il suo ruolo di mediatore tra i due paesi [471].

Quasi in risposta ai tentativi della Cabala di creare il caos mondiale (Bielorussia, avvelenamento di Navalny, manovre per sostituire Kim Jong-un, ecc.), viene raggiunta il 4 settembre un’intesa, annunciata alla Casa Bianca, tra i due premier di Serbia e Kosovo per normalizzare le relazioni economiche [472]. Nell’ambito degli stessi colloqui, si è appreso che il musulmano Kosovo regolarizzerà i rapporti con Israele e che la Serbia sposterà la propria ambasciata da Tel-Aviv a Gerusalemme.

Arabia Saudita e Bahrain hanno annunciato che apriranno il loro spazio aereo ai voli provenienti da Israele [473]. L’11 settembre il Regno del Bahrain ha annunciato il trattato di pace con Israele [474], [475].

Il contingente americano in Iraq sarà ridotto da 5200 a 3000 uomini e quello in Afghanistan scenderà, entro novembre, a 4500 unità [476].

Si moltiplicano le mosse per isolare le politiche del deep state cinese a livello internazionale: gli USA stringono trattati con i paesi dell’estremo oriente (soprattutto dell’ASEAN) e rendono più difficili le collaborazioni tra atenei americani e governo cinese [477].

Pedofilia internazionale: mentre aumentano le azioni di polizia che mirano a stroncare il traffico di minori a scopo di sfruttamento sessuale (vedi le operazioni Homecoming, Safety net e Never forget negli USA), in California è passata una legge (la SB 145) che tende a decriminalizzare, in parte, i rapporti sessuali tra adulti e minori, mentre Netflix ha messo in programmazione il film “Cuties” (film francese del 2020, titolo originale: “Mignonnes”), apprezzato dalla critica compiacente ma totalmente stroncato dal pubblico, in cui viene sessualizzato il corpo delle bambine: una tipica operazione di desensibilizzazione delle masse mirata allo sdoganamento dei crimini dei pedofili (vedi Q#1623).

Q, in quattro post (Q#4630, Q#4631, Q#4632, Q#4633), ha fatto un lungo e impressionante elenco di politici coinvolti in crimini sessuali (spesso a sfondo pedofilo), alludendo al fatto che molti politici sono costretti ad obbedire al deep state perché ricattati per le loro perversioni sessuali.

(continua)



[454] Nel 2017, Nancy Pelosi ha pubblicamente spiegato questa tattica, che si chiama “wrap up smear”, cioè “diffamazione confezionatahttps://www.youtube.com/watch?v=c6wq5LzKLec . Questa consiste semplicemente nell’inventare notizie diffamatorie e farle “validare” dalla stampa, che le ripete all’infinito, finché nella testa del pubblico diventano “vere”.

[455] https://www.theatlantic.com/politics/archive/2020/09/trump-americans-who-died-at-war-are-losers-and-suckers/615997/

[456] https://it.insideover.com/politica/trump-contro-i-vertici-del-pentagono-vogliono-guerre-per-affari.html?fbclid=IwAR0knPjO5Aau6qG1BB0qPHye-_odbNel5gjX2mXEVXJHtlnsm8jxyaJwAs8

[457] https://pjmedia.com/news-and-politics/robert-spencer/2020/09/09/when-trump-takes-on-the-military-industrial-complex-he-echoes-this-beloved-american-president-n910602

[458] https://twitter.com/DailyCaller/status/1303034314997858308

[459] https://youtu.be/M96ymSKV7dE ; https://www.youtube.com/watch?v=OvnbfGPi9Ck

[460] https://www.foxnews.com/us/medical-examiner-george-floyd-fentanyl-system

[460A] https://www.zerohedge.com/political/popular-qanon-website-shuts-down-after-citigroup-employee-and-webmaster-doxxed-and

[461] https://freebeacon.com/2020-election/not-the-same-joe-biden-white-house-stenographer-says-former-vps-mental-acuity-has-deteriorated/

[462] https://www.nytimes.com/2020/09/03/us/politics/google-antitrust-justice-department.html?fbclid=IwAR2yDGhX-S1NoNzW1pHIXQYy35mqP-H40jYEiX_QrbJ_BbkIVH5-XoXf5AE

[463] https://www.youtube.com/watch?v=e0Wn1MaNwSA

[464] https://solidariteetprogres.fr/actualites-001/attali-une-petite-pandemie.html

[465] https://youtu.be/3u9eSQwsttM?t=107

[466] https://www.rt.com/russia/499876-the-lancet-russian-sputnik-vaccine-effectiveness/

[467] https://youtu.be/VX4jPfJo2bU

[468] https://youtu.be/ZIY2TMsOvko

[469] https://www.jpost.com/israel-news/el-al-to-fly-first-cargo-flight-to-dubai-by-an-israeli-carrier-640978

[470] https://www.nytimes.com/2020/09/02/world/middleeast/saudi-airspace-israel-uae.html

[471] https://nypost.com/2020/09/09/trump-nominated-for-nobel-peace-prize-by-norwegian-official/?utm_source=twitter_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site%20buttons

[472] https://balkaninsight.com/2020/09/04/kosovo-and-serbia-sign-historic-deal-under-trumps-auspices/

[473] https://www.israelhayom.com/2020/09/10/saudi-arabia-bahrain-agree-to-open-airspace-to-flights-from-israel/

[474] https://www.telegraph.co.uk/news/2020/09/11/israel-bahrain-due-strike-peace-agreement/

[475] https://twitter.com/realDonaldTrump/status/1304464848831631361/photo/1

[476] https://www.militarytimes.com/news/your-military/2020/09/09/centcom-boss-says-us-cutting-troops-in-iraq-to-3000-this-month/

[477] https://youtu.be/WQYg8nbkmng



NON CONSIDERATE QUELLO CHE AVETE LETTO COME VERO AL 100%, MA FATE LE VOSTRE RICERCHE E ARRIVATE ALLE VOSTRE CONCLUSIONI. SCAVATE IN CERCA DELLA VERITÀ. NON È PIÙ TEMPO DI ACCONTENTARSI DI "VERITÀ" PRECONFEZIONATE DA ALTRI.




VAI A: PARTE QUATTORDICESIMA / 3


TORNA A: PARTE QUATTORDICESIMA / 1


GLI ALTRI POST DELLA SERIE:

ELENCO E LINK DEI POST